Cosa Fare di Di Giorno all’Isola d’Elba

Scalare il Monte Capanne

Se vi trovate in vacanza in appartamento a Marina di Campo, potrete raggiungere in poche decine di minuti la montagna più alta dell’intero Arcipelago. Con i suoi 1019 m la vetta del Monte Capanne regala al visitatore un panorama incredibile. Raggiungibile a piedi con un trekking impegnativo, è però comodamente visitabile grazie alla Cabinovia che dal Piazzale ai piedi dell’abitato di Marciana porta in pochissimo tempo sulla cima. Scegliendo una giornata soleggiata e di aria tersa, si vedrà con i propri occhi com’è fatta interamente l’isola e lo sguardo spazierà fino a toccare tutte le isole dell’Arcipelago, la costa toscana e la Corsica.

 

Visitare le Miniere di Capoliveri

Partendo dalla visita al Museo della Vecchia Officina, struttura nata negli edifici originari dove veniva effettuata la lavorazione del ferro, che ripropone la storia antichissima del prezioso minerale e degli uomini che lo lavoravano, si prosegue in un viaggio ricco di emozione. Attraversando parte del promontorio del Monte Calamita a bordo di minibus si raggiunge la Galleria sotterranea del Ginevro, vero e proprio sito di archeologia industriale in un ambiente affascinante che propone, attraverso un percorso guidato, la storia delle varie tecniche di estrazione della Magnetite, e la scoperta del mondo dei minatori.

 

Fare una gita in barca

Passare una giornata a bordo di una barca è sicuramente un’esperienza imperdibile. Un’occasione unica per visitare baie, spiaggette, grotte non raggiungibili da terra e godersi bagni esclusivi e lontano dal caos delle spiagge. Una vera giornata di totale relax immersi nel blu e vissuta in completa armonia con la natura.

Si possono scegliere varie formule per godersi appieno un’esperienza simile: itinerari, durata e il tipo di mezzo.

Il porto di Marina di Campo è uno dei punti di partenza delle gite in barca: esperienze emozionanti tanto per le giovani coppie che hanno affittato un monolocale quanto per le famiglie con bambini che sono in vacanza in una villetta.

 

Scoprire il castello del Volterraio

Raggiungibile con un percorso a piedi di circa un’ora, che parte dalla strada provinciale del Volterraio, l’inespugnato castello del Volterraio si manifesta in tutta la sua straordinaria bellezza. Costruito in cima ad una rupe che domina la rada di Portoferraio, assecondando perfettamente le forme della roccia è un vero capolavoro di architettura militare. Fortezza etrusca, poi romana, venne ricostruito ed ampliato dai Pisani su progetto dell’architetto Vanni di Gherardo Rau. L’origine del suo nome deriva dal nome dello stesso progettista o, con più probabilità, dal latino “vultur”, avvoltoio, animale molto comune all’epoca che nidifica sulle rupi. E’ proprio la sua particolare posizione arroccata come un nido d’avvoltoio su aspri dirupi che ha garantito la sua inespugnabilità. Grazie ad ulteriori opere di rafforzamento effettuate dagli Appiani del XV secolo, riuscì a resistere agli attacchi dei turchi prima e in seguito a quelli del terribile pirata Dragut.

 

Visitare il parco minerario di Rio Marina

Proprio dal centro storico del paese di Rio Marina parte un percorso molto interessante e particolare. E’ all’interno del Palazzo del Burò, infatti, che è stato creato il Museo Mineralogico, una tra le più importanti collezioni di minerali che oltre a straordinari campioni mette in luce anche il mondo dei minatori attraverso la fedele ricostruzione degli ambienti delle miniere realizzato con materiali e macchinari originali.

Ma questo è solo l’inizio. Il Parco Minerario infatti è un vero e proprio percorso di recupero e valorizzazione delle ex aree minerarie. Dopo la visita al museo è possibile effettuare delle escursioni sia a piedi sia a bordo di un trenino, accompagnati da esperte guide ambientali alla scoperta dei principali cantieri delle miniere.

 

Il promontorio di calamita

Il promontorio di Calamita oggi è una delle aree più selvagge e suggestive di tutta l’isola, con spiagge assolate, sentieri panoramici e le uniche miniere sotterranee di tutta l’isola d’Elba, visitabili accompagnati dalle guide locali.
Qui ha sede anche il Capoliveri Bike Park, più di 100 km di sentieri e strade spettacolari ed interscambiabili tra loro da percorrere in bici oppure a piedi.

Il promontorio deve il proprio nome al giacimento di magnetite di queste miniere  che è il più grande d’Europa!
Sul promontorio è presente un museo delle miniere, dove viene raccontata la storia, la vita e le tradizioni dei cavatori del Monte Calamita.
Le sale riproducono infatti alcuni ambienti tipici di una miniera: l’officina meccanica, gli attrezzi di lavoro, l’infermiera, gli uffici e l’archivio, con i documenti, i registri degli infortuni e le cartografie antiche.

Dal museo, con il bus navetta, è possibile raggiungere i cantieri della miniera del Ginevro accompagnati dalle guide.
Arrivati alla miniera è possibile ammirare le gigantesche strutture di ferro del grande cantiere dove venivano estratti diversi minerali.

Ginevro è l’unica miniera elbana in cui è stata intrapresa un’escavazione interna attraverso gallerie che partendo da +6 metri si sono sviluppate su diversi livelli fino a raggiungere i 54 metri sotto il livello del mare. Attualmente è possibile effettuare diverse escursioni e visite guidate fino a -24 metri sotto il livello del mare.

Monte Capanne

Lo sapevi che il Monte Capanne, con i suoi 1019 metri di altezza, è la vetta più alta dell’Arcipelago Toscano?
Posizionato nella parte occidentale dell’Isola d’Elba, è un paradiso per gli amanti del trekking e del bird watching: dai numerosi sentieri che lo percorrono è possibile ammirare varie forme endemiche, orchidee di rara bellezza, profumatissime fioriture e nello stesso tempo contemplare scorci panoramici di grande effetto.
La zona alle pendici del Monte Capanne, è caratterizzata da macchia mediterranea e grandi rocce granitiche; salendo si incontrano invece boschi di lecci e castagni che si diradano verso la vetta. Con un po’ d’attenzione e di fortuna si possono osservare isolati branchi di mufloni o il maestoso volo di qualche splendido rapace.
Per raggiungere la vetta del Monte Capanne, oltre ai numerosi sentieri, vi è una cabinovia biposto che parte da Marciana, aperta nel periodo estivo. In pochi minuti si può raggiungere la cima del massiccio, godendo di un panorama unico!
In una giornata particolarmente limpida, dalla vetta potrete vedere tutta l’Elba e ben oltre propri piedi tutta l’Isola d’Elba, godrete di una vista mozzafiato anche su tutte le altre isole dell’arcipelago: Pianosa, Capraia, Montecristo, Gorgona e persino la Corsica.