Trekking

Accanto al turismo balneare che popola l’Elba durante i mesi estivi, c’è il turismo sportivo, che porta molti appassionati sull’Isola in ogni periodo dell’anno.

Al contrario di altre zone d’Italia, dove durante i mesi invernali le temperature si fanno più rigide e poco adatte alla vita all’aria aperta, il clima più mite dell’Elba è perfetto per praticare sport all’aperto: fin da gennaio e febbraio infatti gli appassionati di trekking possono approfittare delle giornate in cui il sole caldo tempera l’aria fresca per scoprire l’isola e la sua natura.

L’isola offre una grande varietà di paesaggi e di sentieri: ci sono quelli che costeggiano il litorale, contraddistinti da dislivelli non troppo accentuati, ma ci sono anche sentieri di montagna che si arrampicano sul massiccio del Monte Capanne, la cima più alta dell’arcipelago che sale dal mare con un dislivello di circa 1000 metri.

Una delle maggiori attrattive dei percorsi di trekking dell’isola è l’imprevedibilità del panorama: a ogni curva, a ogni sosta, a ogni vetta, vi si aprirà davanti agli occhi uno scorcio nuovo che vi farà scoprire non solo l’isola, ma l’intero arcipelago toscano, poiché ciascuna delle isole che lo compongono è visibile da diverse zone dell’Elba.

Se la vostra passione per il trekking è dettata dal desiderio di fare piacevoli passeggiate immersi nella natura per tenervi in forma, ci sono anche molti sentieri a bassa difficoltà che garantiscono passeggiate brevi ma molto suggestive, come quelle sul promontorio di Fonza o nei dintorni della spiaggia della Galenzana, facilmente raggiungibili se avete affittato un appartamento all’Isola d’Elba: camminare in mezzo alla natura, avvolti dai profumi della macchia mediterranea è un’emozione alla portata di tutti!