Marciana Marina

Con la fine del pericolo delle incursioni piratesche e ottenuta quindi l’indipendenza dal Comune di Marciana nel 1884, Marciana Marina si conforma come entità autonoma e comincia a svilupparsi attorno ai due simboli storici del suo territorio: la Torre pisana del XII secolo e il nucleo abitativo storico “Il Cotone” sorto attorno ad una piccola insenatura che offriva un sicuro riparo alle imbarcazioni da pesca.
Tra i più piccoli comuni d’Italia per dimensioni, Marciana Marina si caratterizza nel suo nucleo storico che rimane quello del “Cotone” con le sue caratteristiche case colorate strette le une alle altre che si affacciano a strapiombo sul mare, nel centro con la Chiesa di Santa Chiara, nell’esteso lungomare dove si evidenziano caratteristiche architettoniche ottocentesche e dove secolari filari di tamerici ci accompagnano fino alla Torre.
La sua vocazione fu a lungo quella legata all’agricoltura e alle attività di pesca; ma l’avvento del turismo sull’isola cambiò radicalmente la sua fisionomia sia territoriale che economica.
Molto interessante è la visita alla spiaggia  in Loc. Bagno, luogo in cui un tempo si trovava una delle numerose tonnare dell’Elba. La pesca al tonno fu infatti quella che assunse un carattere maggiormente rilevante nell’economia isolana. I prodotti derivati da questa pesca venivano prodotti ed esportati in grandi quantità.
Completamente aperta al mare da nord ovest a nord est, grazie alla costruzione della diga a inizio ‘900, è diventato nel tempo un importante e sicuro porto turistico.

Giorno di mercato: martedì